Lo standard BS OHSAS 18001 specifica i requisiti per un Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza del Lavoro (SGSSL) , per consentire ad una Organizzazione di controllare i suoi rischi di SSL e a migliorare le sue performance.

Quando si parla di sicurezza ci si riferisce al significato inglese di “safety” e non di “security”.
Lo standard OHSAS 18001 è applicabile a qualunque Organizzazione  che voglia:
  • stabilire un SGSSL per eliminare o minimizzare i rischi per il personale e per le altre parti interessate che potrebbero essere esposte ai pericoli SSL associati con le proprie attività;
  • implementare, mantenere e migliorare continuamente un SGSSL;
  • assicurare se stessa della sua conformità con la sua politica SSL stabilita;
  • dimostrare la conformità del proprio SGSSL con lo standard OHSAS:
    • producendo una auto-dichiarazione e assicurando l’autodeterminazione, o
    • richiedendo una conferma della sua conformità dalle parti che hanno un interesse nell’OHSAS, come i clienti, o
    • richiedendo una certificazione o una registrazione del suo SGSSL da un’organizzazione esterna.

PUNTI CHIAVE

Per Salute e Sicurezza del Lavoro si intendono: Condizioni e fattori che influenzano o possono influenzare la salute e la sicurezza dei lavoratori dipendenti o degli altri lavoratori (inclusi i lavoratoritemporanei e il personale dei contrattori) i visitatori ed ogni altra persona nell’ambiente di lavoro (cfr. 3.23)”.
OHSAS 18001 rappresenta uno strumento organizzativo che consente di gestire in modo organico e sistematico la sicurezza dei lavoratori senza sconvolgere la struttura organizzativa aziendale, puntando sui seguenti requisiti:
  • adozione di una politica per la gestione della sicurezza;
  • identificazione dei pericoli, valutazione dei rischi e individuazione delle modalità di controllo, in stretta connessione alle prescrizioni legislative o altre adottate;
  • definizione di programmi e obiettivi specifici attuando la logica del Plan Do Check Act;
  • definizione di compiti e responsabilità;
  • formazione, addestramento e coinvolgimento del personale;
  • modalità di consultazione e comunicazione con i dipendenti  e le parti interessate;
  • gestione controllata della documentazione;
  • attuazione delle modalità di controllo delle attività connesse a rischi significativi identificati, inclusi processi, quali la progettazione e la manutenzione;
  • preparazione di misure atte a individuare, prevenire e controllare i possibili eventi accidentali (infortuni e mancati incidenti) ed emergenze;
  • monitoraggio e misurazione delle prestazioni del sistema per la sicurezza e salute, nonché per il mantenimento della conformità legislativa;
  • definizione e realizzazione di controlli sistematici (infortuni, incidenti, non conformità, azioni correttive e preventive) e periodici sull’adeguatezza del sistema gestionale;
  • individuazione e valutazione dei rischi e pericoli connessi alle attività svolte da terzi presso il sito dell’organizzazione.

VANTAGGI

  • Controllare e mantenere della conformità legislativa e monitoraggio della sicurezza e salute sui luoghi di lavoro.
  • Accedere alle agevolazioni nelle procedure di finanziamento e semplificazioni burocratiche/amministrative.
  • Disporre di uno strumento di supporto nelle decisioni di investimento o di cambiamento tecnologico.
  • Disporre di uno strumento di salvaguardia del patrimonio aziendale.
  • Garantire un approccio sistematico e preordinato alle emergenze derivate da infortuni e incidenti.
  • Migliorare il rapporto e la comunicazione con le Autorità.
  • Migliorare l’immagine aziendale verso il cliente esterno e interno.
  • Facilmente integrabile con i sistemi di gestione qualità (ISO 9001e ambientale (ISO 14001).

L’art. 30 del D.Lgs. 81/2008 contiene una precisa indicazione, ovvero che “in sede di prima applicazione, i modelli di organizzazione aziendale definiti conformemente alle Linee guida UNI-INAIL per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) del 28 settembre 2001 o al British Standard OHSAS 18001:2007 si presumono conformi ai requisiti detti per le parti corrispondenti. “

Un infortunio è quindi un “fallimento organizzativo”.