Il corso fornisce la formazione obbligatoria prevista dal Testo Unico per i lavoratori esposti al rischio di atmosfere esplosive (ATEX).

Il corso prevede un programma differenziato in base al contesto lavorativo dei partecipanti. A questo proposito le aziende vengono suddivise in 3 macrotipologie:

A. Azienda di medio piccole dimensioni che presenta un limitato impiego di sostanze infiammabili (punto consegna gas, 1 o 2 centrali termiche, 1 area di ricarica delle batterie, 1-2 bombole di sostanze infiammabili). Durata prevista: 2-3 ore.

B. Azienda di medio grandi dimensioni che presenta un importante impiego di sostanze infiammabili (1 o più punti di consegna gas, oltre 3 centrali termiche, diverse aree di ricarica delle batterie, depositi bombole), impiego di liquidi infiammabili quali alcool metilico (es. metanolo), ammoniaca, stoccaggio ed impiego di idrogeno. Durata prevista: 4-6 ore.

C. Azienda a rischio di incidente rilevante. Durata prevista: 8-12 ore.

ARGOMENTI DEI CORSI A e B

1. Introduzione ai luoghi con pericolo di esplosione

  • cronistoria degli incidenti più significativi
  • il D.Lgs. 81/08 e i luoghi con pericolo di esplosione (obblighi del datore di lavoro e dei lavoratori; DPI; il titolo XI sulla prevenzione e protezione contro le esplosioni; il documento sulla protezione contro le esplosioni; la formazione ai sensi dell’art. 296 bis del D.Lgs. 106/09).

2. La classificazione dei luoghi con pericolo di esplosione per la presenza di gas e vapori

  • concetto di atmosfera esplosiva e concetto di zona pericolosa
  • esempi di sostanze che possono determinare la formazione di un’atmosfera esplosiva (gas, vapori e polveri combustibili)
  • le sorgenti di emissione di gas o vapori infiammabili
  • l’effetto della ventilazione
  • le atmosfere controllate

3. La classificazione dei luoghi con pericolo di esplosione per la presenza di polveri combustibili

  • le problematiche particolari delle polveri combustibili
  • la pulizia dei luoghi con pericolo di esplosione per la presenza di polveri combustibili

4. Le potenziali fonti d’innesco di un’atmosfera esplosiva

  • Elenco e descrizione delle tredici fonti d’innesco
  • Apparecchi per potenziali atmosfere esplosive

5. Luoghi particolari: la ricarica delle batterie

  • l’emissione di idrogeno
  • le zone pericolose ed il relativo dimensionamento

6. I luoghi con pericolo di esplosione dell’Azienda in oggetto

  • le aree interessate
  • descrizione dei risultati della classificazione e relative prescrizioni di sicurezza
  • considerazioni varie

Verifica finale

ARGOMENTI DEL CORSO C

1. Introduzione ai luoghi con pericolo di esplosione

  • cronistoria degli incidenti più significativi
  • D.lgs. 81/08 e luoghi con pericolo di esplosione (obblighi del datore di lavoro e dei lavoratori; i DPI; il titolo XI relativo alla prevenzione e protezione contro le esplosioni; il documento sulla protezione contro le esplosioni; la formazione ai sensi dell’art. 294 bis del D.Lgs. 106/09)

2. La classificazione dei luoghi con pericolo di esplosione per la presenza di gas e vapori

  • concetto di atmosfera esplosiva e concetto di zona pericolosa
  • esempi di sostanze che possono determinare la formazione di un’atmosfera esplosiva (gas, vapori e polveri combustibili)
  • le sorgenti di emissione di gas o vapori infiammabili
  • l’effetto della ventilazione
  • le atmosfere controllate

3. La classificazione dei luoghi con pericolo di esplosione per la presenza di polveri combustibili

  • le problematiche particolari delle polveri combustibili
  • la pulizia dei luoghi con pericolo di esplosione per la presenza di polveri combustibili

4. Le potenziali fonti d’innesco di un’atmosfera esplosiva

  • l’elenco delle tredici fonti d’innesco
  • apparecchi per potenziali atmosfere esplosive

5. Luoghi particolari: la ricarica delle batterie

  • l’emissione di idrogeno
  • le zone pericolose ed il relativo dimensionamento

6. I luoghi con pericolo di esplosione dell’Azienda in oggetto

  • le aree interessate
  • descrizione dei risultati della classificazione e relative prescrizioni di sicurezza
  • considerazioni varie

7. Gli incidenti rilevanti

  • concetto di incidente rilevante
  • dinamica ed evoluzione dei fenomeni esplosivi
  • l’effetto domino
  • la protezione contro gli effetti indiretti di un’esplosione

Verifica finale

DESTINATARI DEL CORSO

Il corso si rivolge in particolare al personale che opera in luoghi in cui esiste un pericolo di formazione di un’atmosfera esplosiva, avente un ruolo di responsabilità (RSPP, ASPP, RLS, preposti, responsabili, capi squadra); il corso può anche essere effettuato in versione “lite” per personale operativo che è comunque esposto al “rischio atex” ma che non presenta compiti di responsabilità.

RELATORE

Il relatore è laureato in Ingegneria, ed esperto sia nella valutazione dei rischi nei luoghi con pericolo di esplosione che nella formazione nella stessa materia; è membro, inoltre, del Comitato Elettrotecnico Italiano nei sottocomitati concernenti i luoghi con pericolo di esplosione.

MATERIALE DIDATTICO

Il corso si svilupperà sulla base di specifici sussidi audiovisivi predisposti al fine di facilitare il miglior apprendimento delle tematiche oggetto delle lezioni. Il materiale didattico del corso è stato predisposto dal docente del corso e verrà rilasciato ai partecipanti su supporto informatico.

DURATA

In relazione a quanto indicato in precedenza per le tre tipologie di corso, la durata del corso può variare in funzione della complessità e della situazione dell’Azienda dalle 2 alle 16 ore, più la prova di apprendimento finale.

PREREQUISITI

Nessuno.

ATTESTATO DI FREQUENZA E LETTERA AL DATORE DI LAVORO

Ad ogni partecipante verrà rilasciato un Attestato di partecipazione, previo superamento del test di verifica finale. Al termine del corso verrà inviata al Datore di Lavoro una relazione con l’esito del test finale.

Come faccio ad iscrivermi ad uno dei vostri corsi?

Potete richiedere l’iscrizione:

Contattaci